Rosewater vince il premio Arthur C. Clarke

Il romanzo Rosewater, di Tade Thompson, ha vinto la trentatreesima edizione del premio Arthur C. Clarke. Si tratta del più importante premio letterario britannico in ambito fantascientifico ed è riservato ai romanzi pubblicati l’anno precedente nel Regno Unito. Il premio è intitolato ad Arthur C. Clarke, autore di 2001 Odissea nello spazio, che nel 1987 con una donazione ha fornito i fondi necessari per istituirlo. Fra i vincitori del premio Arthur C. Clarke ci sono nomi del calibro di Margaret Atwood, China Miélville e Neal Stephenson.

La premiazione si è tenuta il 17 luglio presso la libreria Foyles di Charing Cross Road, a Londra., Secondo Andrew M. Butler, presidente della giuria nominata dalla British Science Fiction Association, dalla Science Fiction Foundation e dallo Sci-Fi London Film Festival:

L’invasione aliena è sempre un soggetto politico, e Rosewater, romanzo d’esordio di Tade Thompson, esplora abilmente la natura dell’alieno, le strutture di potere globali e la pervasività della tecnologia con una combinazione vincente di inventiva tipica della fantascienza, di realismo della trama e di intelligente ironia.

Rosewater è il primo capitolo di una trilogia, della quale è già uscito il secondo capitolo, The Rosewater Insurrection, mentre il terzo, The Rosewater Redemption uscirà in ottobre di quest’anno.

Ecco il blurb di Rosewater:

premio arthur c clarke

“Un Magnifico tour de force” Adrian Tchaikovsky

“intelligente. Appassionante. Fantastico!” Ann Leckie

“Incantevole” M. R. Carey

Un libro straordinario. Vorrei averlo scritto io” Lauren Beukes

Rosewater  è una città al limite. Una comunità formatasi attorno ai limiti di una misteriosa cupola biologica aliena, fra i suoi abitanti ci sono ottimisti, affamati e disperati – persone impazienti di dare un’occhiata dentro alla cupola o di avere un assaggio dei poteri curativi che si di dice possegga.

Kaaro è un agente governativo con un passato criminale. Ha visto l’interno della cupola e non ha intenzione di farlo di nuovo – ma quando qualcosa comincia a uccidere quelli come lui, Kaaro devi sfidare i suoi padroni per cercare una risposta, affrontando il suo oscuro passato e prendendo coscienza di un futuro terribile.

Rosewater è l’inizio di una trilogia vivace e narrata in maniera convincente da una delle nuove voci più intriganti della fantascienza – perfetta per i fan della Quinta Stagione di N. K. Jemisin, di Ancillary Justice di Anne Leckie e della Trilogia dell’area X di Jeff Vandermeer.