Martin parla del finale di Game of Thrones, e di quello delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

Game of Thrones
Credits: Henry Söderlund/ licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Questa settimana è stata trasmessa prima attesissima puntata dell’ultima stagione di Game of Thrones (Il Trono di spade), serie TV ispirata alla serie di romanzi A Song of Ice and Fire (Le cronache del ghiaccio e del fuoco) di George R.R. Martin.

Sciencefiction.com ha approfittato dell’occasione per chiedere all’autore come si svilupperà la trama di A Song of Ice and Fire rispetto a quella della serie TV. Mentre Game of Thrones (GoT) si avvia ormai verso la conclusione, infatti, alla controparte letteraria mancano ancora due volumi. Le vicende narrate in GoT si sono distaccate dalla trama dei romanzi sia per esigenze televisive che per il superamento dell’arco temporale descritto nel materiale originale già pubblicato.

Ecco le parole di Martin:

Non penso che il finale di Dan e Dave [Weiss e Benioff, showrunner della serie NdR] sarà molto diverso dal mio, vista la conversazione che abbiamo avuto, ma forse ci saranno delle cose diverse per quello che riguarda certi personaggi secondari, potrebbero esserci delle differenze. Ci sarà un dibattito, sono sicuro. Penso che parecchie persone diranno: “Oh, il finale di Dan e Dave è meglio di quello che ci ha dato George, meno male che l’hanno cambiato.” E ci saranno parecchie persone che diranno: “No, Dan e Dave hanno sbagliato tutto, il finale di George è migliore.” E litigheranno su internet. Ci sarà una discussione, ed è un bene. La peggior cosa per qualsiasi opera d’arte, film o altro, è essere ignorata.