Game of Thrones, Martin svela alcuni particolari sul prequel

game of thrones prequelGeorge Martin ha deciso di rivelare alcuni particolari finora inediti sul prequel di Game of Thrones. Per farlo l’autore statunitense ha rilasciato un’intervista a Entertainment Weekly, uscita il 9 luglio. Quello che già sapevamo sulla nuova serie è che sarà ambientata a Westeros circa 5.000 prima dei fatti narrati in Game of Thrones, prima dell’arrivo dei Targaryen e che sarà focalizzata sullo scontro fra gli abitanti del continente occidentale e gli estranei durante la Lunga Notte. Il titolo provvisorio della serie è Bloodmoon.

Ecco le rivelazioni di Martin:

Westeros è diviso un centinaio di piccoli regni:

Parliamo dei Sette Regni di Westeros, ci sono sette regni ai tempi della conquista di Aegon, ma andando più indietro ci sono nove regni, e poi 12 e alla fine ci sono cento regni – regni piccoli – e stiamo parlando di quel periodo.

Ci saranno sia gli Stark che i metalupi:

Gli Stark ci saranno di certo. Naturalmente ci saranno anche i White Walkers, – o gli Estranei come vengono chiamati nei miei libri – e questo sarà un altro aspetto della serie. Poi ci sono cose come i mammut e i metalupi

I Lannister non ci saranno:

I Lannister non ci saranno, ma Castel Granito (Casterly Rock in inglese NdR) sì; è come la Rocca di Gibilterra. Al momento è occupato dai Casterly che gli danno il nome anche ai tempi di Game of Thrones.

Sarà una serie corale:

Esito a usare la parola protagonista. Come sapete per Game of Thrones non abbiamo mai  nominato qualcuno come attrice o attore protagonista fino a tempi molto recenti; abbiamo sempre cercato di nominarli per le categorie non protagonista perché la serie è corale. Penso che succederà così anche per questa. Non abbiamo protagonisti ma un grande cast corale.

Il titolo potrebbe essere un po’ diverso da quello che ci si aspetta:

Ho sentito qualcuno suggerire che potrebbe chiamarsi The Longest Night (Martin infatti avrebbe voluto che il prequel si intitolasse The Long Night, che però è il titolo del terzo episodio dell’ottava stagione di GoT NdR), una variante che non mi dispiacerebbe. Andrebbe proprio bene.

L’articolo si conclude rassicurando i fan sul fatto che, nonostante i vari progetti in cui è impegnato, Martin al momento si sta dedicando esclusivamente alla scrittura di The Winds of Winter.