premio locusIl 29 giugno la fondazione Locus per la fantascienza ha annunciato i vincitori del premio Locus 2019.  Il premio è legato alla rivista Locus, una delle più importanti nel campo della fantascienza e del fantasy. Fin dal 1971 premia le migliori opere dell’anno precedente in diverse categorie. Fra i vincitori delle precedenti edizioni ci sono Il Silmarillion di Tolkien, Il trono di spade di Martin, American Gods di Gaiman per la categoria miglior romanzo fantasy. Opere come Hyperion di Simmons e L’orlo della fondazione di Asimov hanno invece vinto il premio come miglior romanzo di Fantascienza. I premi sono stati presentati a Seattle durante il Locus Awards Weekend. La scelta dei vincitori è demandata ad una votazione online dei lettori della rivista.

Quasi tutti i vincitori di quest’anno, avendo già vinto svariati premi (fra cui Nebula, Bram Stoker e ALA), non sono affatto una sorpresa.

Romanzo di fantascienza: The Calculating Stars di Mary Robinette Kowal

The calculating starsUna donna. Una missione. Una sola opportunità per salvare il mondo. Siamo nel 1952 e il mondo come lo conosciamo è finito. Un meteorite ha distrutto Washington DC, scatenando livelli di riscaldamento globale da estinzione di massa. Per salvare l’umanità, il mondo si unisce per formare la International Aerospace Coalition. La sua missione: colonizzare prima la Luna, poi Marte. Elma York, pilota durante la seconda guerra mondiale e matematica, sogna di diventare un astronauta – ma il pregiudizio glielo ha impedito. Ora niente – e nessun uomo – le impedirà di raggiungere le stelle.

“In The Calculating Stars, Mary Robinette Kowal immagina una storia alternativa dei viaggi spaziali che mi ricorda tutto quello che ho amato di Hidden FIgures.”

-Candy Coleman. astronauta.

Questo è quello che la NASA non ha mai avuto, un’eroina con una mentalità vincente.

-The Wall Street Journal

 

Romanzo fantasy: Spinning Silver di Naomi Novik

spinning-silverMyriem è figlia e nipote di banchieri, ma l’incapacità del padre di riscuotere i debiti ha lasciato la famiglia sull’orlo della povertà–fino a quando Miryem non prende le cose in mano. Indurendo il proprio cuore, la giovane si mette a reclamare ciò che le è dovuto e presto guadagna la reputazione di essere in grado di trasformare l’argento in oro.

Quando una maldestra vanteria richiama l’attenzione del re degli staryk-cupe creature fatate che sembrano fatte più di ghiaccio che di carne–il destino di Miryem e quello di due regni, viene cambiato per sempre. Sfidata a  fare l’impossibile dal re senza nome, Myriem senza volerlo tesse una tela che coinvolge una contadina, Wanda, e la figlia infelice di un nobile locale che intende farla sposare con l’affascinante giovane zar.

Ma lo zar Mirnatius non è ciò che sembra. E il segreto che nasconde minaccia di consumare sia le terre degli uomini che quelle degli staryk. Costrette a prendere decisioni mortali, Miryem e le due improbabili alleate si avventurano in una ricerca disperata che le porterà ai limiti del sacrificio, del potere e dell’amore.

 

 

Romanzo horror: The Cabin at the End of the World di Paul Tremblay

the cabin at the end of the world tremblay

Wen ha sette anni e insieme ai suoi genitori, Eric e Andrew, è in vacanza in un isolato capanno su un tranquillo lago del New Hampshire, i cui vicini più prossimi sono a più di due miglia di distanza in entrambe le direzioni. Mentre Wen sta catturando grilli nel giardino di fronte al capanno, uno sconosciuto appare inaspettatamente nel vialetto. Leonard è l’umo più grosso che Wen abbia mai visto ma sembra giovane e amichevole. Leonard e Wen chiacchierano e giocano fino a quando Leonard improvvisamente si scusa e gli dice: “Niente di ciò che sta succedere è colpa tua.” Altri tre sconosciuti arrivano al capanno impugnando oggetti incomprensibili e minacciosi. Mentre Wren corre dentro casa per avvisare i suoi genitori, Leonard urla: “I tuoi papà non ci lasceranno entrare, Wen, Ma devono farlo. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per salvare il mondo.” In questo modo comincia un’incredibilmente tesa storia di paranoia, sacrificio, apocalisse e sopravvivenza che cresce fino a una conclusione sconvolgente, nel quale il fato di una famiglia amorevole e, forse, quello di tutta l’umanità sono intrecciati.

 

 

 

Romanzo Young Adult: Dread Nation di Justina Ireland

dread nationJane Mc Keene è nata due giorni prima che i morti cominciassero a vagare sui campi di Gettysburg, Pennsylvania – stravolgendo la Guerra Tra gli Stati e cambiando per sempre la nazione.

In questa nuova America, la salvezza per tutti dipende dallo sforzo di pochi e leggi come il Native and Negro Education Act richiedono che alcuni bambini frequentino delle scuole di combattimento per abbattere i morti.

Ma ci sono anche delle opportunità – e Jane sta studiando per diventare un Attendente, addestrata sia nell’uso delle armi che nell’etichetta per proteggere i benestanti. È un’occasione per una vita migliore per una ragazza nera come Jane. Dopo tutto, nemmeno essere la figlia di una facoltosa donna bianca del sud può salvarla dalle aspettative della società.

Ma non è la vita che Jane vuole. Quasi al termine della sua educazione presso la Scuola di Combattimento di Miss Preston a Baltimora, Jane è pronta a tornare a casa in Kentucky e non presta molta attenzione alla politica delle città orientali, con i loro discorsi di far tornare l’America ai giorni gloriosi prima del risveglio dei morti.

Ma quando delle famiglie cominciano a sparire nella contea di Baltimora, Jane viene intrappolata nel mezzo di un complotto che la costringe a combattere disperatamente per la vita contro dei potenti nemici.

E i morti che non vogliono riposare sembrerebbero essere l’ultimo dei suoi problemi.

Romanzo d’esordio: Trail of Lightning di Rebecca Roanhorse

Trail of LightingMaggie Hoskie è una cacciatrice di mostri Dinétah, un’assassina dotata di poteri sovrannaturali. Quando una piccola città ha bisogno di aiuto per trovare una ragazzina scomparsa, Maggie è la loro ultima speranza. Ma quello che Maggie scopre a proposito del mostro è molto più terrificante di qualsiasi cosa avrebbe potuto immaginare

Con riluttanza, Maggie si procura l’aiuto di Kai Arviso, uno strano uomo di medicina ed insieme a lui viaggia per la riserva, scoprendo indizi da antiche leggende, scambiando favori con ingannatori, e combattendo contro la magia nera in un mosaico di tecnologia in deterioramento.

Mentre scopre la verità dietro le uccisioni, Maggie dovrà confrontarsi con il proprio passato se vuole sopravvivere

Benvenuti nel Sesto Mondo.

 

 

 

Romanzo breve: Artificial Condition: The Murderbot Diaries di Martha Wells


Ha un passato tenebroso, nel quale sono stati uccisi un certo numero di umani. Un passato che gli ha fatto scegliere per sé il nome “Murderbot”, robot assassino. Ma ha solo vaghi ricordi del massacro che ha dato origine a quel nome, ed ora vuole saperne di più.

Alleandosi con un veicolo di Ricerca e Trasporto chiamato ART (meglio che non conosciate il significato della A), Murderbot si dirige verso la miniera in cui ha deciso di smettere di seguire gli ordini.

Ciò che vi troverà cambierà il suo modo di pensare.

 

 

 

 

Racconto lungo: The only harmless great thing di Brooke Bolander

the only harmless great thingThe Only Harmless Great Thing è una struggente ucronia di Brooke Bolander che immagina l’intersecarsi della storia delle Radium Girls con quelle di nobili elefanti senzienti

Nei primi anni del ventesimo secolo, un gruppo di lavoratrici a Newark, New Jersey, morì lentamente di avvelenamento da radiazioni. All’incirca nello stesso periodo, un elefante indiano venne deliberatamente ucciso tramite l’energia elettrica a Coney Island.

Questi sono i fatti.

Ora queste due  tragedie si intrecciano in una cupa storia alternativa di rabbia, radioattività, e ingiustizia che domanda di essere sanata. Preparatevi per un viaggio struggente che attraversa le ere, raccontando storie di crudeltà grandi e piccole alla ricerca di un significato e della giustizia.

 

 

 

Racconto breve: The Secret Lives of the Nine Negro Teeth of George Washington di P. Djèlí Clark (in Fireside 2/18)

Antologia: The Book of Magic a cura di Gardner Dozois

the book of magicDopo l’acclamata antologia di Gardner Dozois, The Book of Swords, ecco il suo gemello dedicato alla magia. Come avrebbe potuto essere altrimenti? Per ogni Freodo c’è un Gandalf… e un Saruman. Per ogni Dorothy c’è una Glinda… e un Strega dell’Ovest. Cosa sarebbe Harry Potter senza Albus Silente… e Severus Piton? FIgure sagge e potenti, in possesso di conoscenze arcane e spesso sconosciute, stregoni e incantatori sono definiti, nel bene e nel male, dalla potente magia che cercano di dominare. Anche se le loro abilità possono essere divine, questi uomini e donne restano esseri umani, alcuni potrebbero dire fin troppo umani. Questa è la loro maledizione, e la loro gloria.

In queste pagine diciassette dei migliori scrittori fantasy contemporanei, fra cui i pluripremiati Elizabeth Bear, John Corowley, Kate Elliot. K. J. Partker, Tim Powers e Liz Williams tessono incredibili incantesimi che evocano i mondi misteriosi, incredibile e a volte assolutamente terrificanti mondi in cui la magia regna suprema: mondi lontani come mai, e vicini come la porta accanto.

 

 

 

Raccolta: How Long ‘til Black Future Month? di N. K. Jemisin

I fantasmi infestano le strade allagate di New Orleans dopo la devastazione dell’uragano Katrina. In un universo parallelo, una società utopica osserva il nostro mondo, tentando di imparare dai nostri errori. Una madre di colore nel sud razzista cerca di salvare la propria figlia da una fata offrendo promesse impossibili. E nel racconto nominato per l’Hugo Award intitolato “The City Born Great” un bambino di strada si batte per far nascere l’anima di una vecchia metropoli.

 

 

 

 

 

Rivista: Tor.com

Editore: Tor

Curatore: Gardner Dozois

Artista: Charles Vess

Saggistica: Ursula K. LeGuin: Conversations on Writing

Libro illustrato: The Books of Earthsea: The Complete Illustrated Edition

Premio speciale 2019 per lo sviluppo e il servizio alla comunità: Mary Anne Mohanraj