Game of Thrones: non ci sarà il prequel scritto da Bryan Cogman

game of ThronesIn un’intervista rilasciata all’Hollywood Reporter, lo sceneggiatore e produttore Bryan Cogman ha annunciato che non parteciperà alla produzione del prequel di Game of Thrones. Cogman ha firmato un accordo di esclusiva con Amazon per sviluppare altre serie.

Cogman ha scritto il secondo episodio dell’ottava stagione (A Knight of the Seven Kingdoms) trasmesso di recente sia negli USA che, in contemporanea in Italia. Fra gli altri scritti da Cogman ci sono il quarto episodio della prima stagione (Cripples, Bastards and Broken Things) e il sesto della quarta (The Laws of God and Men).

Ecco le parole di Cogman:

Lascerò di sicuro. Stavo sviluppando la serie successiva con George [Martin]. George ha lavorato con un sacco di altri sceneggiatori, inclusa Jane [Goldman], la cui serie è in produzione. La mia serie prequel non è in produzione e non lo sarà. HBO ha deciso di prendere una strada differente. Ora sono al lavoro con Amazon e li sto aiutando con le loro serie. Quindi, questo è un addio. Ho finito con Westeros. È estremamente dolceamaro. Di certo mi mancherà, ma sono entusiasta all’idea di mettermi in proprio e cercare di essere a capo dei miei progetti, armato di tutto quello che ho imparato. Ho imparato più di quanto avrei mai potuto immaginare dalle otto stagioni.

Visto l’enorme successo della serie, HBO aveva previsto quattro possibili prequel per Game of Thrones. Mentre la serie che sarebbe stato sviluppato da Cogman sicuramente è archiviata, per il progetto di Jane Goldman è già in produzione un pilot.

Nella stessa intervista, ad una domanda sull’imminente battaglia contro gli estranei che sarà al centro del terzo episodio dell’ottava stagione, Cogman ha risposto:

Senza fare spoiler, è il terrore che bussa alla porta. Gli Estranei e il Re della Notte sono la fine personificata. Cosa significa per voi? Lo vedrete la prossima settimana,