Si è appena conclusa la cerimonia di consegna dei Premi Hugo 2019, svoltasi a Dublino nel contesto della settantasettesima WorldCon. Ecco i vincitori:

Premio John W. Campbell per il miglior scrittore esordiente: Jeanette Ng, autrice di Under the Pendulum Sun

under the pendulum sun premio hugoMissionari vittoriani viaggiano nel cuore dell’appena scoperta terra delle Fate  in un fantasy straordinariamente originale che mescola Crimson Peak a Jonathan Strange & Mr Norrel

Il fratello di Catherine Helston, Laon, è sparito in Arcadia, la leggendaria terra delle fate. Ansiosa di ricevere notizie, Catherine affronta il pericoloso viaggio ma una volta arrivata si ritrova sola e isolata nella sinistra casa di Gethsemane. Infine arrivano delle notizie: il suo amato fratello è in viaggio e la raggiungerà presto – ma la Regina delle Fate e la sua folle corte lo stanno inseguendo.

 

 

Premio Lodestar per il miglior romanzo Young Adult: Figli di sangue e ossa (Children of Blood and Bones) di Tomi Adeyemi

figli di sangue e ossaUn tempo i maji, dalla pelle d’ebano e i capelli candidi, erano una stirpe venerata nelle lussureggianti terre di Orisha. Ma non appena il loro legame con gli dei si spezzò e la magia scomparve, lo spietato re Saran ne approfittò per trucidarli. Zélie, che non dimentica la notte in cui vide le guardie di palazzo impiccare sua madre a un albero del giardino, ora sente giunto il momento di rivendicare l’eredità degli antenati.

Al suo fianco c’è il fratello Tzain, pronto a tutto pur di proteggerla, e quando la loro strada incrocia quella dei figli del re si produce una strana alchimia tra loro. Ha inizio così un viaggio epico per cercare di riconquistare la magia, traverso una terra stupefacente e pericolosa, dove si aggirano le leopardere delle nevi e dove gli spiriti vendicatori sono in agguato nell’acqua. Un’esperienza umana che non risparmia nessuno, in un turbine di amore e tradimento, violenza e coraggio. Nella speranza di ridare voce a un popolo che era stato messo a tacere.

 

Premio per la miglior serie: Wayfarers, di Becky Chambers

wayfarersQuando Rosemary Harper si unisce all’equipaggio della navicella Wayfarer non ha grandi aspettative: questa è stata costruita per creare tunnel spaziali che consentano il passaggio immediato da un capo all’altro della galassia. Tutto ciò che desidera è trovare un posto tranquillo, da poter chiamare “casa”, e avventurarsi verso angoli lontani e inesplorati, lasciando su Marte il suo passato travagliato e doloroso.

Da quel lungo viaggio, invece, Rosemary otterrà molto di più… A bordo della Wayfarer la vita è proprio come se l’aspettava, più o meno pacifica anche se caotica, e conoscere i membri dell’equipaggio, composto sia da umani che da intelligenze artificiali, si rivela un’avventura interessante. Ma soprattutto, per la prima volta nella sua esistenza, Rosemary ha la possibilità di esplorare la galassia e confrontarsi con una moltitudine di culture e specie differenti, capaci nonostante tutto di convivere. E queste scoperte la porteranno a capire il vero valore della famiglia e dell’amore perché a volte il proprio posto è nello spazio aperto, buio e illimitato…
Un viaggio avventuroso in un mondo lacerato da guerre in cui l’unico obiettivo è la sopravvivenza

 

Premio per il miglior graphic novel: Monstress, Volume 3: Haven, scritto da Marjorie Liu, illustrato da Sana Takeda

monstress 3Maika ha passato la vita a imparare a combattere. Come potrà sopravvivere se l’unico modo per salvarsi è trovare degli amici? Tra manga e art déco, mostri terrificanti e seducenti streghe, il terzo capitolo della saga rivelazione del fumetto fantasy.

 

 

 

 

 

 

Premio per il migliore romanzo breve: Artificial Condition, di Martha Wells

artificial condition

Ha un passato tenebroso, nel quale sono stati uccisi un certo numero di umani. Un passato che gli ha fatto scegliere per sé il nome “Murderbot”, robot assassino. Ma ha solo vaghi ricordi del massacro che ha dato origine a quel nome, ed ora vuole saperne di più.

Alleandosi con un veicolo di Ricerca e Trasporto chiamato ART (meglio che non conosciate il significato della A), Murderbot si dirige verso la miniera in cui ha deciso di smettere di seguire gli ordini.

Ciò che vi troverà cambierà il suo modo di pensare.

 

 

 

Premio per il miglior romanzo: The Calculating Stars di Mary Robinette Kowal

The calculating starsUna donna. Una missione. Una sola opportunità per salvare il mondo. Siamo nel 1952 e il mondo come lo conosciamo è finito. Un meteorite ha distrutto Washington DC, scatenando livelli di riscaldamento globale da estinzione di massa. Per salvare l’umanità, il mondo si unisce per formare la International Aerospace Coalition. La sua missione: colonizzare prima la Luna, poi Marte. Elma York, pilota durante la seconda guerra mondiale e matematica, sogna di diventare un astronauta – ma il pregiudizio glielo ha impedito. Ora niente – e nessun uomo – le impedirà di raggiungere le stelle.

“In The Calculating Stars, Mary Robinette Kowal immagina una storia alternativa dei viaggi spaziali che mi ricorda tutto quello che ho amato di Hidden FIgures.”

-Candy Coleman. astronauta.

Questo è quello che la NASA non ha mai avuto, un’eroina con una mentalità vincente.

-The Wall Street Journal

 

Premio per il migliore artista dilettante: Likhain (Mia Sereno)

Premio per il miglior scrittore dilettante: Foz Meadows

Premio per il migliore fan podcast: Our Opinions Are Correct, presentato da Annalee Newitz e Charlie Jane Anders

Premio per la miglior fanzine: Lady Business, curata da Ira, Jodie, KJ, Renay & Susan

Premio per la miglior rivista semiprofessionale (semiprozine): Uncanny Magazine, pubblicata e curata da Lynne M. Thomas and Michael Damian Thomas

Premio per il miglior libro illustrato: The Books of Earthsea: The Complete Illustrated Edition, di Ursula K. LeGuin, illustrato da Charles Vess

Premio per il miglior artista professionista: Charles Vess

Premio per il miglior editor, forma breve: Gardner Dozois

Premio per il miglior editor, forma lunga: Navah Wolfe

Premio per la migliore rappresentazione drammatica, forma breve: The Good Place: “Janet(s),” scritto da Josh Siegal & Dylan Morgan, diretto da Morgan Sackett

Premio per la miglior rappresentazione drammatica, forma lunga: Spider-Man un nuovo universo (Spider-man: Into the Spider-Verse), scritto da Phil Lord e Rodney Rothman, diretto da Bob Persichetti, Peter Ramsey e Rodney Rothman

Premio per il miglior racconto breve: “A Witch’s Guide to Escape: A Practical Compendium of Portal Fantasies,” di Alix E. Harrow (Apex Magazine, febbraio 2018)

Premio per il miglior racconto lungo: “If at First You Don’t Succeed, Try, Try Again,” di Zen Cho (B&N Sci-Fi and Fantasy Blog, 29 novembre 2018)

Premio per il miglior libro sull’argomento: Archive of Our Own, un progetto di Organization for Transformative Works