Orconomics vince il quarto SPFBO

Il vincitore della quarta edizione del SPFBO, concorso letterario riservato ai romanzi fantasy autopubblicati, è Orconomics di J. Zachary Pike con un voto medio di 8.65/10. L’ottimo We Ride the Storm di Devin Madson (qui la recensione), con una media dell’8,05/10 si è piazzato secondo a pari merito con The Gods of Men di Barbara Kloss. Ad annunciarlo oggi è stato Mark Lawrence su Twitter.

Qualche mese fa Altre Lande ha dedicato un approfondito articolo al SPFBO, un’ottima iniziativa che permette di individuare titoli molto validi nell’interessante ma affollatissimo mercato del self-publishing in lingua inglese.

I blog hanno premiato  Orconomics per la sua originalità e per una vena satirica piuttosto difficile da trovare nelle opere pubblicate tradizionalmente.

Ecco il blurb di Orconomics:

Un eroe nano in disgrazia. Un gruppo di avventurieri sfaticati. Il suo ultimo tentativo di redenzione potrebbe ucciderlo.

 

Se Gorm Ingerson avesse davvero voluto ubriacarsi fino a morire, no avrebbe mai dovuto aiutare il Goblin. Quando la sua buona azione lo costringe ad un pessimo accordo, Gorm si ritrova incastrato in una missione che lo metterà contro dei magnati degli affari, il re delle Terre Liberate, e una dea folle che cerca di realizzare una profezia suicida.

 

Ma le pessime circostanze in cui si trova, potrebbero nascondere una occasione d’oro per Gorm. Se, insieme al suo improbabile gruppo riuscirà a sconfiggere complesse cospirazioni e  magia oscura, potrebbe riuscire a redimere sé stesso e la sua carriera abbastanza da tornare ad essere un eroe di professione.

Orconomics: A Satire è il primo libro della The Dark Profit Saga, una trilogia così divertente da diventare epica. Se ti piacciono gli eroi squattrinati, le disavventure esilaranti e il world-building ingengoso, allora amerai la presa in giro spietata e deliziosa che J. Zachary Pike fa dell’high fantasy.