Recensione Horror: The Secret of Ventriloquism (2016)

Un piccolo gioiello weird★★

the secret of ventriloquismWhen forced to speak, matter suffers. The voice that is squeezed out through the dead materials of the mechanism becomes the voice of the mechanism’s protest against animation, the voice of its resistance to voice.

The Secret of Ventriloquism è una raccolta di racconti horror-weird partoriti dalla mente di Jon Padgett, caporedattore di Vastarien, una rivista dedicata all’opera di Thomas Ligotti. Si tratta della prima raccolta di Padgett, ed è stata premiata come miglior libro di narrativa del 2016 dalla rivista Rue Morgue. Il racconto si presta in maniera particolare al genere horror (si pensi a Poe, Lovecraft, ma anche a King) e The Secret of Ventriloquism sfrutta appieno le caratteristiche di questa forma letteraria per offrirci un prodotto di ottimo livello.

I racconti che compongono The Secret of Ventriloquism sono legati uno all’altro e tratteggiano un mondo decisamente weird: bizzarro e misterioso, quasi surreale. Più che la paura, il filo conduttore di questa raccolta è una sensazione di inquietudine. Grazie alla forma del racconto, che permette di lasciare molto di non detto, le regole di funzionamento del mondo di The Secret of Ventriloquism non sono chiare e vengono lasciate all’intuizione del lettore, creando un senso di straniamento.

I was seven years the first time my brother tried to kill me.

Come viene evidenziato nell’introduzione a The Secret of Ventriloquism, il susseguirsi dei racconti riesce a tratteggiare una visione del mondo coerente. Le esperienze dei protagonisti (passiamo da un bambino decisamente disturbato, a un bibliotecario occultista a una detective decisamente sboccata) ci trasportano in un originale universo fittizio  in cui qualcosa di maligno ma non ben definito preme per entrare nella realtà. Padgett utilizza varie tipologie di scrittura: due dei racconti prendono la forma di vere e proprie “istruzioni” mentre quello che dà il titolo alla raccolta è una piece teatrale.  In questa maniera riesce a creare atmosfere diverse, passando dal grottesco (che è decisamente prevalente) all’onirico.

Like them, houses dream, and whern those dreams are nightmares, we call them haunted.

L’aspetto migliore di The Secret of Ventriloquism è la maniera in cui i racconti sono collegati tra di loro. La singola storia, infatti, può risultare piacevole, ma leggendole una dopo l’altra nell’ordine in cui sono presentate ci si rende conto che la raccolta è un corpo unico. A volte aver letto un racconto precedente è necessario per comprendere appieno quello che si sta leggendo, mentre altre un piccolo particolare letto in precedenza assume un significato decisamente diverso alla  luce del racconto che si sta leggendo.

Un altro aspetto positivo della raccolta è la sua originalità. The Secret of Ventriloquism non è affetto da uno dei problemi più comuni del genere horror: l’impressione di leggere qualcosa di già visto e rivisto. Si tratta di un’originalità che ho riscontrato sia a livello stilistico che di concezione dei singoli racconti e del mondo fittizio in cui sono ambientati.

Don’t be discouraged. Suffering and exhaustion are both key to your future mastery of Greater Ventriloquism

Padgett conosce bene l’arte del ventriloquismo, di cui è praticante, e, apparentemente, conosce molto bene anche l’arte di scrivere racconti horror. Trovare dei punti deboli in The Secret of Ventriloquism è, per quanto mi riguarda, decisamente difficile, e non posso che consigliare la lettura di questo piccolo gioiello weird a tutti gli appassionati del genere. La comprensione non è particolarmente complicata anche se non si conosce perfettamente l’inglese. Purtroppo la traduzione in italiano è una possibilità decisamente remota.

L’autore

jon padgett

Jon Padgett è un  ventriloquo professionista, anche se non più praticante, che vive a New Orleans con sua moglie, la loro figlia, un cane adottato e un gatto. È co-caporedattore di Vastarien, una fonte di studi critici e risposte creative all’opera di Thomas Ligotti. Rue Morgue Magazine ha nominato la sua prima raccolta di racconti, The Secret of Ventriloquism, come miglior libro di narrativa del 2016. Ha pubblicato o pubblicherà su Weird Fiction Review, Pseudopod, Lovecraft eZine e nelle antologie A Walk On The Weird Side, Wound of Wounds, Phantasm/Chimera e For Mortal Things Unsung. Quest’estate Nightscape Press pubblicherà un’edizione illustrata e firmata  del suo romanzo breve, The Broker of Nightmares.

Link Utili

Sito dell’autore

Amazon